LIBER

LIBER   – Vittorio Venturini –

 

Liber è il nome d’arte che ho scelto in coerenza con il materiale che utilizzo per realizzare le mie opere: i LIBRI!

 

Classe 1974, studi in ambito tecnico commerciale, imprenditore con alle spalle un’esperienza da musicista/compositore (borsa di studio per autori e compositori alla scuola di Mogol), da sette anni ho intrapreso un percorso artistico utilizzando i materiali di scarto della legatoria in cui lavoro.

 

L’essenza della mia ricerca sta nel liberare i libri dalle parole e trasformare lo strumento della comunicazione per eccellenza, almeno così è stato per secoli, nel soggetto della comunicazione,  elevando lo scarto a opera d’arte.

 

Il mio percorso artistico nasce dalla necessità di esprimere e raccontare il mio vissuto utilizzando ciò che in assoluto mi è più famigliare: la carta e i libri. In particolare, alcune esperienze personali mi hanno aiutato a sviluppare un linguaggio tutto mio, fatto di tagli, fresature e immersione di libri nella resina, un linguaggio che assume un senso profondo, che va oltre la tecnica e il gesto: è l’essenza della mia poetica.

 

Amputare i libri di parole e immagini è una privazione, una trasfigurazione: così facendo essi non raccontano più la storia che è stampata al loro interno, ma comunicano se stessi. Metto a nudo la materia di cui sono composti (cartone, tela, inchiostro, carta, filo, colla), una sorta di sacrificio fisico per farli nuovi, non solo nella forma ma anche nello spirito e io, in questo gioco di distruzione e ricostruzione, mi astraggo dalle azioni e mi sento loro simile.

 

Ho scelto di utilizzare solo materiali di risulta per realizzare i miei lavori, perché sono sensibile ai temi dell’ecologia e della sostenibilità ambientale e sociale. Cos’è scarto? Cos’è non conforme? Solo convenzioni stabilite dal mercato o da regole precostituite! In realtà credo che lo scarto sia una grande opportunità che va colta.

 

Liber è anche un progetto che pone al centro il rapporto tra industria e arte, per ripensare in maniera creativa alcuni aspetti dei processi produttivi che per loro natura prevedono la formazione di scarti. L’intento è dare vita a connessioni tra materiali di risulta e gesto artistico, generando valore non solo economico, ma soprattutto sociale e culturale.

 

 

www.liberart.it

www.instagram.com/liber.art/

www.facebook.com/LiberArt.it/

liber_logo_white